Valencia

Valencia, capoluogo della Comunità Valenzana, è la terza città spagnola dopo Madrid e Barcellona per il maggior numero di abitanti. La storia della città comincia con i romani che, nel II secolo a.C la fondarono. Nel III secolo, con la crisi dell’Impero Romano, Valencia iniziò a svuotarsi. Nel V secolo i visigoti invasero la Penisola Iberica ma nel 711 anche loro vennero cacciati dagli arabi e dalle popolazioni berbere. Gli arabi ebbero una delle maggiori influenze su Valencia, che si sviluppò grazie ai loro commerci. Rodrigo Díaz de Vivar, conosciuto come El Cid Campeador, nel 1094, concquistò Valencia ma dopo qualche tempo la città venne riconquistata dai musulmani. La città venne riconquistata nel 1238 da Giacomo I di Aragona e fondò il Regno Valencia. Il XV secolo fu chiamato “il secolo d’oro“, perchè fu il secolo della rinascita di Valencia e proprio in questo anno fu costruita la Lonja de la Seda. Raggiunse il suo massimo splendore culturale, commerciale e artistico. Il XVII secolo per la città fu un periodo di decadenza; nella guerra di secessione spagnola vinse Filippo V di Borbone e vennero aboliti tutti i privilegi di cui Valencia aveva goduto fino ad allora. Dopo la confusione creatasi con la Rivoluzione Francese e l’insurrezione popolare di Madrid nel 1808, anche i cittadini Valenciani cominciarono a combattere, ma il 9 gennaio 1812 i francesi occuparono la città e se ne andorono l’anno successivo. Il Re Ferdinando VII entrò a Valencia nel 1814 e portò la monarchia assoluta fino al 1833, anno della sua morte; Così si aprirono grandi cambiamenti per la Spagna e quindi anche per Valencia. Questa plendida città come vedete è ricca di storia, andiamo a vedere cosa c’è da scoprire..

Da vedere

Lonja de la Seda – Borsa della Seta

La Lonja de la Seda era la sede dove avvenivano gli scambi della seta e del commercio cittadino, fu il simbolo del “secolo d’oro” di Valencia agli inizi del XVI secolo. Questo edificio è uno dei più belli esempi di architettura gotica “fiammeggiante“in Europa, e per questo nel 1996, viene dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Il palazzo è composto da due parti distinte e da una torre centrale. Nella torre venivano rinchiusi i ladri di sete e i mercanti disonesti. All’interno possiamo ammirare la Sala del mercato; la Sala delle Contrattazioni, dove appunto i mercanti contrattavano la loro merce; e il Consolato della camera Mar, che fu anche la sede del Consiglio di Valencia. Oggi la Lonja è la sede dell’Accademia Culturale di Valencia, e spesso si possono ammirare le varie esposizioni.

Come arrivarci:  Metropolitana L1, L3, L5 Àngel Guimerà, autobus 7, 81.
Orari d’apertura: in inverno da martedi a sabato dalle 9:15 alle 14:00 e dalle 16:30 alle 20:00, in estate da martedi a sabato dalle 9:15 alle 14:00 e dalle 17:30 alle 21:00, domenica (tutto l’anno) dalle 9:00 alle 14:00. Chiuso lunedi
Biglietto adulti: Euro 2,00

Catedral de Santa Maria de Valencia – Cattedrale di Valencia

La Cattedrale di Valencia (chiamata dagli abitanti Seu) fu costruita nel XIII secolo su un punto dove un tempo vi era una moschea, costruita anch’essa sui resti di un tempio romano. E’ la chiesa più importante della città ed è anche la sede dell’Arcidiocesi di Valencia. Si può entrare nella Cattedrale attraverso tre portali differenti tra loro: “La Puerta de los Hierros” che è l’entrata principale in stile barocco; la “Puerta del Palau” in stile romanico, e la “Puerta de los Apostoles” in stile gotico. All’interno possiamo ammirare anche un calice, che si dice sia il Santo Graal. Da non perdere è la vista che si gode sulla città dalla torre campanaria Miguelete.

Come arrivarci: Metropolitana L3, L5 Colón
Orari d’apertura: dal 20 marzo al 31 ottobre da lunedi a venerdi dalle 10:00 alle 18:30, sabato dalle 10:00 alle 17:30, domenica e festivi dalle 14:00 alle 17:30 – dal 1° novembre al 19 marzo da lunedi a sabato dalle 10:00 alle 17:30, domenica e festivi la cattedrale è chiusa dalle 14:00 alle 17:00.
Biglietto adulti: Euro 3,00
Sito ufficiale: http://www.catedraldevalencia.es

Ciudad de las Artes y las Cièncias – Città delle Arti e delle Scienze

La Città delle Arti e della Scienza oltre ad essere ormai il simbolo di Valencia, e anche uno dei più straordinari esempi di architettura moderna e futuristica al mondo. Fu disegnato dall’architetto valenziano Santiago Calavatra e il progetto iniziò nel 1996. Questa meravigliosa struttura si divede in quattro edifici: l’ Hemisfèric, che da lontanto sembra un occhio gigante e al suo interno vengono proiettate pellicole cinematografiche su un enorme schermo; il Museo de las Cièncias, che strutturalmente somiglia a un dinosauro e all’interno potete ammirare varie esposizioni sulle novità scientifiche; l’ Oceanografic, che ospita migliaia di specie marine e non solo, vi è anche il ristorante sottomarino dove potrete mangiare gustosi piatti circondati dai pesci; il Palacio de les Artes che si dedica alle manifestazioni artistiche, ai concerti e agli spettacoli; l’Umbracle, che è una grande terrazza panoramica coperta da cui si può vedere il panorama sulla città della arti e della scienze.

Come arrivarci: Metropolitana L3, L5 Alameda, autobus 1, 13, 14, 15, 19, 35, 95 e 40.
Orari d’apertura: dal 2 gennaio al 30 giugno tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00, dal 1° luglio al 16 settembre tutti i giorni dalle 10:00 alle 21:00, dal 17 settembre al 30 dicembre tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00.
Biglietto adulti: Euro 36,25
Sito ufficiale: http://www.cac.es/

Palau de la Generalitat

Il Palau de la Generalitat è il simbolo dell’indipendenza della città ed è uno dei palazzi più importanti. Fu costruito alla fine del ‘400 e oggi ospita il governo regionale della comunità. L’edificio è in stile tardo gotico suddiviso in tre piani. All’interno possiamo ammirare un cortile in pietra in stile gotico, la Sala Nova del Torreon decorata con sculture mitologiche e affreschi e la Sala Doradas che presenta un meraviglioso soffitto.

Orari d’apertura: da lunedi a venerdi dalle 9:00 alle 14:00. E’ necessaria la prenotazione anticipata
Biglietto adulti: gratuito

Mercato Centrale

Il Mercato Centrale si trova vicino alla Lonja de la Seta, la sua struttura in acciaio, le vetrate colorate e le ceramiche dipinte a mano sulla facciata fanno si che sia una delle attrazioni più visitate a Valencia. All’interno possiamo trovare veramente di tutto, dalla frutta alla verdura raccolte nelle terre agricole a sud di Valencia, pesce, carne, prosciutto e spezie. L’interno è luminoso grazie alla cupola che vi si trova internamente al mercato. I sapori e i colori rendono unico il piacere di fare la spesa.

Come arrivarci: Metropolitana L1 Àngel Guimerà autobus 7, 61, 80.
Orari d’apertura: da lunedi a sabato dalle 7:30 alle 14.30
Sito ufficiale: http://www.mercadocentralvalencia.es/

Cose Utili

Mappa della Metropolitana

Valencia Tourist Card – include:

  • Viaggi illimitati sui mezzi pubblici, incluso da/per l’aeroporto;
  • Sconti a musei, negozi e ristoranti;
  • Entrate gratis in molte attrazioni e musei;

Per maggiori informazioni cliccate qui.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.
Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>