Maiorca

Porto CristoMaiorca, in spagnolo chiamata Mallorca, è la più grande isola delle Baleari con capoluogo la famosa Palma di Maiorca. La sua origine comincia già in epoca pre-romana con resti ritrovati nelle due città di Valldemossa e Sòller; sono stati ritrovati anche resti di fenici greci e cartaginesi. I romani provarono pù volte a conquistare l’isola, ma solo con l’arrivo del console ci riuscirono e fondarono Palma e Pollentia. Nell’anno 425 i vandali invasero l’isola, nel 707 i seguaci di Maometto sbarcarono sull’isola e nel 903 fu conquistata dagli Omayyadi (dinastie califfali arabe). Nel 1115 ci fu una spedizione pisano-catalana poichè i pirati trovavano riparo nell’isola; nel 1203 i musulmuni si reimpossessarono di Maiorca fino a quando l’isola viene definitivamente conquistata da Re Giacomo I di Aragona che sbarcò nel 1229 e nel 1230 conquistola città di Palma. Maiorca è molto conosciuta per le sue spiagge con acque strasparenti e per il turismo balneare, ma non mancano sicuramente le attrattive storiche.

Da Vedere

Palma di Maiorca

Palma, fondata dai romani, è il capoluogo dell’Isola di Maiorca. E’ una delle città storiche piu belle del Mediterraneo e già al tempo dell’era moresca era già ricca di cortili e fontane. Si possono vedere le tracce del passato nelle chiese, negli edifici pubblici e nei palazzi eleganti che si trovano nella città vecchia. Passeggiando per il centro (Passeig des Borns) si possono incontrare lungo la strada i caffè dove si può assaggiare l’ensaimada, una ciambella con lo zucchero a velo, specialità di Maiorca.

Cattedrale di Maiorca – Seu de Mallorca

Cattedrale di MaiorcaLa Cattedrale di Palma di Maoiarca o Seu come la chiamano i maiorcani, è uno dei più belli monumenti della Spagna, è un esempio di fusione di eleganza gotica e grandi dimensioni. Secondo una leggenda, Jaime I d’Aragona nel 1229 fu sorpreso da una tempesta mentre si dirigeva alla conquista di Maiorca, fece il voto di costruire una grande chiese se Dio l’avesse salvato. Succesivamente la Moschea di Mayurqa venne demolita e l’architetto Sagrera progetto una cattedrale nuova. Fu ultimata nel 1587 e negli anni seguenti subì varie modifiche. Agli inizi dell’ultimo secolo Antoni Gaudi ne restaurò alcune parti all’interno. All’interno possiamo ammirare una delle navate pù grandi al mondo superando i  19 metri di larghezza, alzando gli occhi vediamo il soffitto sorretto da ben 14 pilastri. Al suo interno vi sono anche la Capella de la Trinitat costruita nel 1329 come mausoleo di Jaime II e III d’Aragona, contenendo le loro tombe; La Capella Reial fu riprogettata interamente  tra il 1904 e il 1914 da Antoni Gaudi. Possiamo ammirare il Trono del Vescovo costruito in marmo di Carrara nel 1269; il grande organo costruito nel 1795 con cassa neo-gotica e restaurato da Gabriel Blancafort nel 1993. Assolutamente da non perdere sono il baldacchino costruito da Gaudi in ferro battuto e comprende arazzi, crocifisso multicolore e lampadari. La cattedrale è anche molto conosciuta per il suo rosone, il più grande dei sette con diametro di oltre 11 metri , fu costruito nel 1370 e arricchito con vetri colorati del ‘500. All’ interno possiamo visitare anche il Museo della Cattedrale che contiene un reliquiario del ‘400 della Vera Croce, ricoperto di gioielli e lavorato con metalli preziosi.

Orari d’apertura: Cattedrale e Museo – dal 1 aprile al 31 maggio e ottobre da lunedi a venerdi dalle 10:00 alle 17:15; dal 1 giugno al 30 settembre da lunedi a venerdi dalle 10:00 alle 18:15; dal 2 novembre al 31 marzo da lunedi a venerdi dalle 10:00 alle 15:15; tutto l’anno il sabato dalle 10:00 alle 14:15.
Sito ufficiale: Cattedrale di Maiorca

Palau Reial de l’Almudaina

Palau Reial de l'AlmudainaIl Palazzo Reale dell’Almudaina si trova ad ovest della Cattedrale arroccato su una scogliera si affaccia sul porto. Il palazzo fu la residenza storica dei Re di Maiorca, essendo stata la cittadella dei re Mori di Maiorca. Il castello che noi vediamo oggi è il risultato della ristrutturazione della fortezza musulmana iniziata nel 1281. Oggi è la residenza estiva della Regina e del Re di Spagna dove orgnanizzano anche cerimonie ufficiali. Il Palazzo Reale è a pianta quadrata e possiamo distinguere a sud il Palazzo del Re e a ovest quello della Regina. Il Palazzo è protetto da ben 14 torri merlate quadrate e solo pensate solo il palazzo del Re è protetto da ben quattro torri. Si accede al castello dalla porta grande (che si trova di fronte alla Cattedrale) e vi sentirete immersi in una splendida atmosfera. All’interno possiamo ammirare la Sala del tinell o Sala Grande costruita in stile gotico nei primi anni del XIV secolo; si divide in due piani, al piano terra troviamo la Sala delle Udienze Reali dove troveremo ben 9 ritratti dei Re di Maiorca e al piano superiore la Sala del Trono che viene usata per i ricevimenti ufficiali. Il Palazzo del Re si trova sul lato del mare e le camere sono in stile mudejar con statue di animali e il soffitto a cassettoni. Nel Palazzo del Re troviamo l’Arcata del Mare, la Sala della Guardia, la Sala da Pranzo e la Torre dell’Angelo, così chiamata perchè vi è una statua dell’arcangelo Gabriele che si erge verso l’alto. Da non perdere è la Cappella di Sant’Anna o Cappella Reale, tra l’altro considerata una delle Cappelle più belle di Palma; al suo interno troviamo la pala d’altare di San Julian. Tra il palazzo del Re e il Palazzo della Regina vi sono anche i Bagni Arabi così divisi: frigidarium o vasca fredda di forma rettangolare, tiepidarium di forma quadrata e calidarium di forma rettangolare.

Come arrivarci: Autobus linea 15.
Orari d’apertura: da ottobre a marzo da martedi a domenica dalle 10:00 alle 18:00 – da aprile a settembre da martedi a domenica dalle 10:00 alle 20:00; chiuso lunedi.
Biglietto adulti: Euro 7,00. Guida o audio guida Euro 4,00.
Sito ufficiale: Palau Reial de l’Almudaina

Basilica de Sant Francesc

Basilica de Sant FrancescLa Basilica di San Francesco è una delle più belle chiese di Maiorca dopo la Cattedrale. Il convento francescano fu fondato sotto il regno di Jaume II nel 1278. La costruzione inizio nel 1281 in stile gotico e negli anni successivi subì delle modifiche dal 1445 al 1670. Nel medioevo era molto conosciuta tra i maiorcani e tra il XIII e il XIV secolo la comunità francescana ebbe molta influenza sulla cultura di Maiorca. La facciata della Basilica in stile gotico venne poi ricostruita in stile barocco nel XVII secolo a causa di un fulmine che la colpì. La facciata è costruita in pietra aerenaria e liscia; il portale in stile barocco è sormontato da un rosone in stile barocco e dal timpano dal quale si possono vedere un gruppo di sculture con al centro l’Immacolata Concezione. La chiesa è formata da un’unica navata divisa in quattro sezioni con otto cappelle laterali. Possiamo ammirare la Cappella della Madonna della Consolazione con al suo interno la tomba di Ramon Llull, un mistico maiorchino; la tomba fu costruita da Francesc Segrera nel 148o in alabastro. Da non perdere il chiostro, un esempio bellissimo di architettura gotica che presenta quattro gallerie; la galleria nord è la più antica, la galleria sud è stata completata prima del XV secolo e la galleria ovest risale al XV secolo. Oggi il monastero viene utilizzato dai monaci francescani come scuola didattica.

Come arrivarci: Autobus 2.
Orari d’apertura:  da lunedi a sabato dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 18:00; domenica e festivi dalle 9:00 alle 12:30.
Biglietto adulti: Euro 1,50.

Museu de Mallorca

Museu de MallorcaIl Museo di Maiorca si trova presso la casa-palazzo costruita nel XVI secolo conosciuta con il nome Casa della Gran Cristiana. L’edificio è composto da tre piani ed è il frutto dell’unione di varie antiche dimore; nel cortile principale sono stati ritrovati dei reperti che si dice appartengono alla prima casa musulmana dell’isola. In questo splendido museo vi sembrerà di tornare indietro con il tempo e potrete conoscere meglio la storia di Mallorca. Nel seminterrato potrete vedere la ricostruzione di una grotta per le sepolture e un laboratorio di ceramica di epoca primitiva. Potrete ammirare anche le riproduzioni della nave greco-punica, le abitazioni romane, una domus e la replica di un monumento funebre arabo. Nel museo vi sono anche sale dedicate alla pittura gotica, alle ceramiche del rinascimento e del barocco, e vi sono anche spazi dedicati all’arredo modernista.

Come arrivarci: Autobus 2, 6 e 15.
Orari d’apertura: da lunedi a venerdi dalle 11:00 alle 18:00 – sabato dalle 11:00 alle 14:00; chiuso la domenica.
Biglietto adulti: Gratuito.
Sito ufficiale: Museu de Mallorca

Spiagge di Maiorca

La bellissima Maiorca offre vari tipi di spiagge da quelle rocciose a ridosso del mare che regalano un paesaggio mozzafiato a quelle di sabbia fine più affollate ma ugualmente bellissime. Una delle spiagge più frequentate è quella di El Arenal, si trova a Palma di Maiorca ed è costeggiata da moltissimi hotel e bar; Platja d’Es Trenc, più a sud dell’isola è una bellissima spiaggia lunga 4km con sabbia bianchissima e mare calmo che sembra caraibico; Sa Calahora è la più pittoresca con sassi bianchi e vicino la spiaggia vi è un torrente che passando attraverso la roccia ha formato una caletta veramente unica e spettacolare; Cala Torta, non è molto facile raggiungerla a piedi ma per chi vuole tranquillità e silenzio questo è il posto che fa per voi, inoltre e una spiaggia con finissima sabbia bianca; Cala Mesquida è una delle più belle spiagge a nord dell’isola, è immersa nella natura ed è molto frequentata dagli italiani.

Cose Utili

Mappa autobus Palma di Maiorca

Mappa autobus Maiorca

 

 

 

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.
2 Responses
  1. Rita ha detto:

    Bella descrizione! Complimenti!

  2. sara - lets tourist ha detto:

    Grazie mille davvero 😀

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>