Budapest

  Budapest, la capitale dell’Ungheria è una città di solide e orgogliose radici storiche, ma, allo stesso tempo, con decisa propensione a guardare al futuro. La nascita di Budapest non è molto antica: risale al 1873 la decisioni di unire tre realtà urbane fino ad allora distinte: Pest, in pianura, si trova sulla riva sinistra del Danubio; Buda, la città fortificata medievale sulle colline della riva destra; Obuda, il primo borgo antico situato appena a nord di Buda. Il danubio è il punto di riferimento principale della città, scavalcato da nove ponti, il primo dei quali, il Ponte delle catene è il simbolo stesso della città. Nonostante sia stata quasi completamente distrutta dai bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale, Budapest è stata ricostruita secondo la struttura originaria ottocentesca, rispetto alla quale Pest rappresenta il volto più moderno e attuae, e Buda quello più raccolto e romanico. Budapest si rivela anche una città per buongustai, con diversi locali di ottimo livello, ci sono poi trattorie e le osterie, dove al suono di orchestrine tzigane, si possono gustare piatti tipici. Non manano i Caffè, discoteche, pub e night club.

Da Vedere

Palazzo del Parlamento – Parlament

Il Palazzo del Parlamento si trova sulla grande Piazza Kossuth, ornata da giardini e dalle statue degli eroi magiari come Lajos Kossuth e Ferenc Racoczi (Kossuth fu lo statista che preparò la Guerra d’Indipendenza del 1848 e Racoczi f il principe della Transilvania che combattè gli Asburgo). Il Palazzo fu costruito tra il 1885 e il 1904 in stile eclettico, dal neogotico al rinascimentale e al barocco, ed è caratterizzato da una moltitudine di guglie e pinnacoli, con una cupola centrale alta 69 metri che ne corona la sommità. Il Palazzo è composto da 691 stanze, molte delle quali decorate con opere d’arte quali arazzi e affreschi. Da non perdere è la Libreria che accoglie pubblicazioni di scienze politiche e giurisprudenza, storia e politica nazionale e internazionale. Come arrivarci: Metropolitana M2 Kossuth Lajos tér, Autobus 15, tram 2, Orari d’apertura: dal lunedi al venerdi dalle 8:00 alle 18:00, il sabato dalle 8.00 alle 16:00 e la domenica dalle 8:00 alle 14:00. Biglietto adulti: Gratis per i cittadini dell’UE mostrando la Carta d’identità. Sito ufficiale: http://www.parlament.hu/

Basilica di Santo Stefano – Szent Istvàn Bazilika

La Basilica di Santo Stefano rappresenta uno dei monumenti più importanti di Pest. La Basilica è in stile rinascimentale ed è stata costruita dagli architetti Joszef Hild e Ybl Miklòs. La costruzione della Chiesa subì molte disavventure. Appena iniziata scoppiò la Seconda Guerra d’indipendenza del 1848; i lavori poi ripresero nel 1851, ma con lunghi periodi di interruzioni (uno degli architetti morì, la cupola crollò durante la sua costruzione e poi morì anche l’altro architetto) che rinviarono la consacrazione al 1905. Anche nel corso della Seconda Guerra Mondiale la Chiesa subì dei danni e dal 1980 è sottoposta a restauri. L’interno è molto bello anche se all’impatto può sembrare “freddo”, per i rivestimeni interni sono stati usati ben 55 tipi diversi di marmo. Possiamo ammirare la Cappella di San Leopoldo che si trova dietro l’altare maggiore, all’interno vi è la teca che ospita la veneratissima Santa Destra, la mano destra del santo re Stefano; la Sala del tesoro dove ci sono ostensori e preziosi. Da non perdere è anche la veduta panoramica, si può salire il massiccio campanile di destra che ospita una campana di 9 tonnellate, la più grande dell’Ungheria. Come arrivarci: Metropolitana M1 Bajcsy Zsilinszky út o M3 Arany János utca, Autobus 105. Orari d’apertura: Basilica dal lunedi al venerdi dalle 9:00 alle 17:00, il sabato dalle 9:00 alle 13:00 e la domenica dalle 13:00 alle 17:00; Cupola aprile e maggio dalle 10:00 alle 16:30, da giugno ad agosto dalle 9:30 alle 18:00, settembre e ottobredalle 10:00 alle 17:30; Cappella da maggio a settembre dal lunedi al sabato dalle 9:00 alle 16:30, la domenica dalle 13:00 alle 16:30, da aprile a ottobre dal lunedi al sabato dalle 10:00 alle 16:00, la domenica dalle 13:00 alle 16:30. Biglietto adulti: Gratis Sito ufficiale: http://bazilika.biz/

Ponte delle Catene – Széchenyi Lanchìd

Il ponte delle catene, che congiunge Piazza Roosevelt con Buda è il simbolo della città. Il primo ponte fisso di Budapest si deve al conte Istvan Szechenyi. Fu costruito tra il 1839 e il 1849, fu progettato dall’ingegnere inglese William Clark e fu realizzato dall’ingegnere scozzese Adam Clark. Il ponte è lungo 380 metri ed è sorretto da piloni e, appunto, da pesanti catene. Inaugurato dal passaggio della corona ungherese quando, per l’assedio della citt durante la Guerra d’Indipendenza, venne trasferita a Debrecen. Il ponte poi fu minacciato dagli Austriaci che ne minarono le strutture, ma Adam Clark riuscì a bagnare micce e detonatori. Fu danneggiato durante la Seconda Guerra Mondiale, e venne riaperto nel 1949, in occasione del centenario dalla costruzione. Come arrivarci: Autobus 16, 86, 105. Tram 2, 19, 41.

Museo Nazionale

Il Museo Nazionale fu fondato nel 1802 e completamente ricostruito tra il 1837 e il 1847 in forme neoclassiche, dagli architetti Mihàly Pollack e Pietro Nobile. Il Museo fu anche teatro di avvenimenti storici perchè fu proprio sulla scalinata d’ingresso che il 15 marzo nel 1848 il poeta patriota Sandor Petofi tenne il discorso che scatenò la rivoluzione ungherese. Ospita la più ampia collezione di oggetti, documenti e opere d’arte che illustrano la storia e la cultura nazionale. All’interno ammiriamo la Corona di Santo Stefano, accolta in una sala riservata, dove ci sono anche il mantello, lo scettro, il globo e la spada. La corona è composta da 2 parti: la parte inferiore fu donata al principe Geza Arpad, e la parte superiore venne donata al Papa Silvestro II. Un percorso attraverso 20 sezioni permette di seguire l’evoluzione storico-artistica dell’Ungheria. Come arrivarci: Metropolitana M2 Astoria o M3 Kálvin Tér. Autobus 9, 15, 109, 115. Tram 47 e 49. Orari d’apertura: da martedi a domenica dalle 10:00 alle 18:00. chiuso il lunedi. Biglietto adulti: Euro 3,58 Sito ufficiale: http://www.hnm.hu

Palazzo reale – Castello di Budapest

La prima pietra del Palazzo reale fu posta nel 1246, ma gran parte della prima costruzione risale ai regni di Sigismondo di Lussemburgo e di Mattia Corvino. Ci vollero 3 secoli per costruire il Primo Palazzo Reale, in stile gotico, che poi fu completamente distrutto durante la cacciata ai turchi nel 1686. Al suo posto venne costruito un nuovo palazzo a partire dal 1715, ma solo dal 1749, su impulso degli Asburgo, cominciò a prendere l’aspetto che ha oggi, i lavori terminarono nel 1790. Subì altri danni durante la Seconda Guerra Mondiale, e quindi ci fu un’altra ricostruzione. Il fronte, grandioso, è rivolto al Danubio ed è provvisto di due ali colonnate simmetriche, interrotte da una cupola centrale. Il Palazzo ospita tre importanti musei: la Galleria Nazionale Ungherese, che occupa la parte centrale e vi sono dipinti, sculture e altre opere; il Museo Storico di Budapest che illustra la storia della città; e sul Cortile d’Onore si affaccia la Biblioteca Nazionale Széchényj. Da non perdere è anche la fontana Maàtyaàs-Kùt, ornata di sculture in onore del re Mattia Corvino e della moglie Ilonka. Come arrivarci: Autobus 16. Navetta ‘Várbusz’. Funivia ‘Sikló’. Orari d’apertura: da martedi a domenica dalle 10:00 alle 18:00. chiuso il lunedi. Biglietto adulti: Euro 3,58 circa Sito ufficiale: http://www.mng.hu

Chiesa di Mattia – Màtyàs Templom

La fondazione della Chiesa fu promulgata dal re Bela IV e risale al XIII secolo. Nata in stile gotico, la costruzione fu oggetto di modifiche e aggiunte durante il XIV e XV secolo e fu anche trasformata in moschea dai turchi dal 1541 al 1686, che eliminarono gli affreschi. Dopo la cacciata dei turchi fu caricata di decorazioni barocche. Nell’800 ci fu un restauro radicale durato 20 anni. Da notare sono la torre gotica di Bela IV, il portale principale decorato con la lunetta della Madonna con Bambino, e la bellissima lunetta gotica della porta laterale che celebra l’Assunzione della Vergine. L’interno è composta da 3 navate, possiamo ammirare il pulpito riccamente decorato, la Statua della Madonna Miracolosa, la tomba di Re Bela III e della Regina Anna. Da non perdere la cripta dove sono conservate pietre tombali medievali, insegne nobiliari, una copia della corona di Santo Stefano e il tesoro della cattedrale. Come arrivarci: Autobus 16, 16B, 116 Orari d’apertura: dal lunedi al venerdi dalle 9:00 alle 17:00, il sabato dalle 9:00 alle 13:00 e la domenica dalle 13.00 alle 17:00. Biglietto adulti: Euro 3,58 circa Sito ufficiale: http://www.matyas-templom.hu

Bastione dei Pescatori – Halàszbàstya

Alle spalle della Chiesa di Mattia, nel 1899 venne aggiunto il bastione che non ha mai avuto scopi difensivi, ma solamente architettonici-estetici. Su progetto dell’architetto Frigyes Schulek, che con la torre conica volle ricordare le tende dei primi magiari nomadi, i lavori finirono nel 1905. Il bastione si trova sul luogo di un antico mercato del pesce e il nome vuole onorare la corporazione dei pescatori. Da non perdere è la bellissima vista del Danubio illuminato di sera e la cripta di San Michele. Come arrivarci: Autobus 16, 16B, 116

Cose Utili

Mappa della Metropolitana Budapest Card – include:

  • viaggi illimitati su tutte le linee BKV, compresi tram, bus, filobus;
  • Entrata gratis allo zoo;
  • guida di Budapest;
  • 2 tour guidati gratis;
  • Sconti per collegamenti da/per aeroporto, negozi, ristoranti ecc,

Per maggiori informazioni cliccate qui.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.
One Response
  1. Jane ha detto:

    You post interesting articles here. Your blog deserves
    much more traffic. It can go viral if you give it
    initial boost, i know useful tool that can help you, just type in google: svetsern traffic tips

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>