Ibiza

ibiza2L’isola di Ibiza si trova nel Mar Mediterraneo ed insieme a Maiorca, Minorca e Formentera formano l’arcipelago delle Isole Baleari. Ibiza è anche conosciuta con il nome di Eivissa, chiamata così dai catalani mentre dagli spagnoli e dagli altri paesi è più nota come Ibiza. Ibiza visse varie vicissitudini storiche, iniziarono i fenici nel 654 a.C che fondarono un porto nelle Isole Baleari che successivamente interessò ai romani; intervennero anche i greci che diedero il nome alle due isole di Ibiza e Formentera. Con il declino dei fenici Ibiza passò sotto la protezione dei cartaginesi. L’Isola fu assalita dai fratelli Scipioni durante la seconda guerra punica ma rimase fedele a Cartagine; infine fu conquistata nel 1235 da Giacomo I di Aragona. Ibiza è una meta molto conosciuta tra i giovani per la sua vita notturna e per le sue discoteche, ma questa meravigliosa città ha anche molte attrazioni che possono accontentare  anche i viaggiatori più adulti.

Da Vedere

Catedral de nuestra Señora de las Nieves

Catedral de nuestra Señora de las NievesQuesta magnifica cattedrale si trova nel vecchio quartiere di Ibiza conosciuto come Dalt  Vila o città alta. La cattedrale fu costruita nel XIII secolo dalle truppe catalane in stile gotico, in seguito nel XVIII secolo venne restaurata assumendo uno stile barocco dominando la città alta. All’interno troviamo il Museo de la Sacrestia della Cattedrale che ospita varie opere d’arte, sculture, ornamenti e gioielli.

Orari d’apertura: da martedi a domenica dalle 10.00 alle 13.30; chiuso il lunedi
Biglietto adulti: Gratis

Portal de Ses Taules

portal de ses taules

portal de ses taules

Il Portal de ses Taules è l’entrata principale delle mura della città vecchia di Ibiza. La costruzione di queste mura fortificate vennero volute dal Re Filippo II per frenare gli attacchi e i saccheggi dei pirati; l’ingegnere italiano Giovanni Battista Calvi diresse questo strepitoso progetto della cinta muraria. Alla fine dell’800 il fossato che era davanti alla porta era ricoperto da lastre di legno, successivamente sostituite da un ponte levatoio e nel XX secolo da un ponte di pietra. Sulla porta vi è lo stemma del regno di Aragona, a cui le Isole Baleari appartenevano nel Medioevo. All’interno delle mura possiamo ammirare la Eglésia de Santo Domingo la quale costruzione fu iniziata nel 1592 e i lavori furono ultimati un secolo dopo. All’esterno si possono vedere le tre cupole di piastrelle rosse. L’interno della chiesa è formato da una sola navata e cinque cappelle laterali, con le volte a botte dei soffitti e i muri affrescati che sono stati restaurati dopo esplosioni e incendi. Vicino vi è anche il Museu d’Art Contemporani che ospita collezioni permanenti che rappresentano la creazione artistica dell’isola dal 1960 e vi sono esposte opere di Erwin Betchtold, di Barry Flanagan e di altri artisti legati alla città di Ibiza.

Eglésia de Santo Domingo

Oraro di apertura: da martedi a domenica dalle 10:00 alle 13:30; chiuso lunedi

Museu d’Art Contemporani

Orari d’apertura: da novembre a aprile da martedi a domenica dalle 10:00 alle 13:30 – da martedi a venerdi dalle 16:00 alle 18:00; chiuso il lunedi. da maggio a ottobre da martedi a domenica dalle 10:00 alle 13:30 – da martedi a venerdi dalle 17:00 alle 20:0; chiuso il lunedi.

Sant Antoni de Portmany

San AntoniSant Antoni è una delle località più turistiche di Ibiza e già negli anni sessanta iniziarono ad arrivare turisti. Mentre ad ibiza il turismo è prevalentemente italiano a Sant Antoni vi sono molti turisti inglesi, tedeschi e olandesi. Chiamata dai romani Portus Magnus e dai e Portumany dagli arabi è il maggior porto di Ibiza e le suo origini risalgono alla Preistoria. Sant Antoni è una città balneare con lunghe spiagge dalle acque cristalline e dalla sabbia dorata dove di giorno ci si può rilassare e fare il bagno. Di notte Sant Antoni si trasforma e si accendono le luci dei locali notturni, bar all’aperto, disco-pub e discoteche. Alcuni dei locali alla moda si trovano in riva al mare come il famoso Café del Mare dal quale si può godere uno dei tramonti più belli dell’isola.

Iglesia de Sant Antoni

Iglesia San AntoniLa Chiesa di Sant Antoni dopo la Cattedrale, è la chiesa più antica dell’isola. Ha l’aspetto di una fortezza e fu concepita come un luogo di culto e per protezione dai dalle invasioni. Il primo tempio, che in realtà non era altro che una cappella e un cimitero, fu stato autorizzato nel 1305 dall’arcivescovo Rodrigo di Terragona. Risalta la bella torre a pianta quadrata con feritoie, pensate che al tempo quando i nemici si avvicinavano venivano spruzzato olio bollente. La chiesa ha subito varie ristrutturazioni e riparazioni nel corso dei secoli come ad esempio la riparazione del pavimento e l’amplamento, probabilmente dovuto all’aumento della popolazione. Nel 1785 diventò una parrocchia nominata San Antonio Abate. Al suo interno possiamo ammirare le pale d’altare di San Roque,  la Madonna del Rosario e i quadri raffiguranti San Cosma e Damiano.

Orari d’apertura: da martedi alla domenica dalle 10:00 alle 14:00.

Spiagge di Ibiza

Ibiza è un isola dalle bellissime spiagge come Cala Bassa che si trova nella parte ovest dell’isola con acque trasparenti e basse adatte anche per i bambini; Cala Llonga adatta alle persone che cercano tranquillità e silenzio e adatta anche a chi vuole fare sport acquatici; Playa D’En Bossa una delle spiagge piu lunghe di Ibiza non frequentata tanto per le sue acque ma per le feste e la musica nei sui numerosi bar; Talamanca è la spiaggia più lunga di Ibiza ed è la più attrezzata per quanto riguarda i servizi ed è il luogo ideale per praticare la vela.

Divertimenti ad Ibiza

Di sicuro ad Ibiza non mancano i locali per divertirsi e ce ne sono molteplici come l ‘Amnesia che è una delle discoteche più famose del mondo per il suo schiuma party; il Pacha la discoteca più famosa dell’isola composta da una sala prettamente con musica house e tre salette più piccole;l’Es Paradis molto conosciuta per le sue feste in acqua; lo Space che a differenza di altre alcuni giorni quando le altre discoteche chiudono lei apre con musica fino al tardo pomeriggio; il Privilege che è la più grande discoteca del mondo e la sua caratteristica è la cupola trasparente dalla quale si può veder sorgere il sole.

Cose Utili

Mappa autobus Ibiza

Mappa dell’isola di Ibiza

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.
Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>