Londra

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Londra è la capitale del Regno Unito dal 1066 dopo la conquista normanna. La sue origini risalgono al 55 a.C quando l’esercito romano di Giulio Cesare sbarcò nel Kent e marciò finchè non raggiunse il Tamigi; 88 anni più tardu fu fondato un piccolo porto e si formò una comunità mercantile. i romani edificarono ponti, stabilirono il quartiere generale sulla riva settentrionale e lo chiamarono Londinium. Nel 1066 le zone abitate si estesero oltre i confini della città murata originale, che fu totalmente distrutta dall’incendio avvenuto nel 1666. La ricostruzione fornì la base dell’odierna city, però nel XVIII secolo Londra era già contornata da sobborghi e villaggi tra i quali Westminster, che è stata per molto tmpo il centro religioso e politico della città. Tra il XVIII e il XIX secolo ci fu una crescita sia settore del commercio che in quello industriale, questo rese Londra la città più ricca del mondo, e la prospettiva di ricchezza attirò molte persone povere provenienti dalle campagne. I bombardamenti della seconda guerra mondiale devastarono molte delle zone centrali. Oggi Londra è una città multietnica e in fatto di cose da vedere e da fare i turisti hanno l’imbarazzo della scelta. Scopriamo insieme questa splendida città.

Da vedere

Abbazia di Westminster

L’abbazia di Westminster è conosciuta nel mondo come luogo di sepoltura dei monarchi d’Inghilterra e come sede delle incoronazioni e di altre importanti cerimonie. La prima chiesa dell’abbazia fu fondata nel X secolo, quando St Dunstan portò quin un gruppo di monaci benedettini. Il progetto fu iniziato da Henry di Reyns nel 1245 su ordine di Enrico III. La Navata è larga 10 metri, quindi relativamente stretta, ma è la più alta d’Inghilterra e ci vollero 150 per costruirla. Il transetto nord ha tre cappelle sul lato est, con alcuni dei più bei monumenti dell’abbazia, il transetto sud invece contiene il “Poets’ Corner“, dove si possono ammirare i memoriali di Shakespeare e Dickens che sono sepolti qui. Possiamo anche vedere la Cappella di San Giovanni Battista che è ricca di tombe che vanno dal XIV al XIX secolo; la Tomba di Elisabetta I che regnò dal 1558 al 1603, nella cappella di Enrico VII; la Cappella di St Edward, dove si può ammirare il sepolcro del re sassone Edoardo il Confessore e all’uscita potete vedere la coronation chair dove fin dal 1308 vengono incoronati re e regine; il coro, che ha un tramezzo dorato della metà dell’800, che include parti dell’originale duecentesco; il Decanato (chiuso al publico), residenza del decano di Westminster, prima del 1540 era l’abitazione dell’abate; vi è anche la tomba del milite ignoto.

Come arrivarci: Metropolitana Circle Line, district line e Jubilee line Westminster o St James’s Park; autobus 11, 24, 88, 148, 211, traghetto Westminster Pier.
Orari d’apertura: lunedi, martedi giovedi e venerdi dalle 9:30 alle 15:30; il sabato dalle 9:30 alle 13:30.
Sito ufficiale: http://www.westminster-abbey.org

House of Parliament e il Big Ben

Il Palazzo di Westminster è la sede delle camere del parlamento dal 1512. L’edificio pseudo-gotico fu elaborato dall’architetto vittoriano Sir Charles Barry ed è molto conosciuto per il suo famoso Big Ben, simbolo di Londra. Il Big Ben, per essere chiari, non è il nome della famosissima torre dell’orologio a quattro quadranti che rintocca i quarti d’ora, bensì è quello della campana risonante da 14 tonnellate che batte le ore. Il suo nome si deve a Sir Benjamin Hall, capo committente dei lavori quando la campana venne alzata nel 1858. Da non perdere nella House of Parliament sono la Westminster Hall, che è l’unica parte rimasta del palazzo originale risalente al 1097; la Commons’ Chamber, che è una stanza colorata tutta di verde, qui il governo siede a sinistra e l’opposizione invece a destra e lo speaker modera il dibattito; la Lords’ Chamber, qui la regina dal trono tiene i discorsi per presentare i progetti del governo.

Come arrivarci: Metropolitana Circle Line, district line e Jubilee line Westminster o St James’s Park; autobus 11, 24, 88, 148, 211, traghetto Westminster Pier.
Orari d’apertura: Tour dal 27 luglio al 1 settembre dal lunedi al sabato dalle 9:15 alle 16:30, mercoledi 15, 22 e 29 agosto dalle 13:15 alle 16:30. al 19 settembre al 6 ottobre da mercoledi a sabato dalle 9:15 alle 16:30.
Biglietto adulti: Euro 19,00
Sito ufficiale: http://www.parliament.uk/

Buckingham Palace

Buckingam Palace è la residenza londinese della monarchia inglese ma è anche la sede degli affari di stato. L’edificio viene utilizzato per le cerimonie ufficiali come i banchetti per i capi di stato in visita. Nel palazzo vivono anche il principe Edoardo, la principessa Anna, il Duca di York e circa 50 domestici, altre stanze per lo staff si trovano nelle Royal Mews (le scuderie). John Nash trasformò il Buckingham House in un palazzo per Giorgio IV, ma morì prima che i lavori finissero e la Regina Vittoria fu il primo manarca a viverci. L’odierna facciata est è stata aggiunta nel 1913. All’interno vi sono numerose stanze tra cui la sala da ballo che viene utilizzata per i banchetti e le investiture; la sala da pranzo di stato, dove vengono serviti i pasti meno formali; il salotto bianco, dove la famiglia reale si riunisce prima di passare nella sala da pranzo di stato e nella sala da ballo; la sala del trono;  il salotto verde, è la prima stanza nella quale entrano gli ospiti ufficiali durante le cerimonie reali; la sala delle udienze, è una delle 12 stanze private della regina; lo stendardo reale è alzato se la regina si trova nel palazzo. Da non perdere è il cambio della guardia che avviene tutti i giorni da maggio a luglio alle 11:00 (la domenica alle 10:00).

Come arrivarci: Metropolitana Circle Line, district line e Victoria line Victoria o Circle line, district line St James’s Park;
Orari d’apertura: dal 31 luglio al 7 ottore ingresso alle 10:15, 11:15, 14:15, 15:00.
Biglietto adulti: Euro 23,00
Sito ufficiale: http://www.royal.gov.uk/

National Gallery

La National Gallery fu inaugurata agli inizi del XIX secolo. Nel 1824 la Camera dei Comuni comprò 38 importanti dipinti, tra i quali opere di Raffaello e Rubens, che costituirono il nucleo iniziale della galleria, oggi vanta più di 2000 quadri. Il corpo principale del palazzo, in stile neoclassico, fu progettato da William Wilkins. Sulla sinistra troviamo la nuova ala Sainsbury, completata nel 1991. La maggior parte della collezione si trova su un unico piano diviso in quattro ali. Vi sono quadri del primo rinascimento (1250-1500) come la natività e il Battesimo di Piero della Francesca e la Madonna di Duccio di Buoninsegna; quadri del tardo rinascimento (1500-1600), dove possiamo ammirare La resurrezione di Lazzaro, Sant’Anna con la Vergine, il Bambino e San Giovannino, di Leonardo Da Vinci e la sua seconda versione della vergine delle Rocce; altre stanze sono dedicate ad artisti stranieri come Van Dyck, Claude, Turner, Delacroi e molti altri. Da non perdere è anche lo stupendo quadro Venere allo specchio di Velàzquez.

Come arrivarci: Metropolitana Bakerloo line, Piccadilly line Piccadilly Circus; Northern line, Piccadilly line Leicester Square; Bakerloo line, Northern line Charing Cross.
Orari d’apertura: tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00, il venerdi fino alle 21:00.
Biglietto adulti: Gratis
Sito ufficiale: http://www.nationalgallery.org.uk/

British Museum

Il British Museum è probabilmente il museo più famoso della Gran Bretagna ma è anche il più antico museo pubblico del mondo. Fu fondato nel 1753 per accogliere le collezioni del medico Sir Hans Sloan. L’opera di Sloan si è arricchita di acquisti e donazioni, e adesso il museo comprende molti oggetti che vanno dall’epoca contemporanea alla preistoria. All’interno possiamo anche ammirare la Grande Corte progettata da Norman Foster, con la famosissima sala di lettura al centro. Vi sono le collezioni greca e romana dove possiamo ammirare le sculture del Partenone; la collezione africana dove ci sono i celebri bronzi provenienti dal Benin; la collezione asiatica comprende i rilievi assiri del VII a.C. e l’Obelisco Nero e altre bellissime collezioni. Da non perdere assolutamente sono le mummie egizie, il Tesoro di Sutton Hoo e il vaso di Portland.

Come arrivarci: Metropolitana Central line, Northern line Tottenham Court Road; Central line, Piccadilly line Holborn; Piccadilly line Russel Square. Autobus 7, 10, 14, 24, 29, 73, 134, 390.
Orari d’apertura: tutti i giorni dalle 10:00 alle 17:30. (alcune gallerie il venerdi sono aperte fino alle 20:30).
Biglietto adulti: Gratis
Sito ufficiale: http://www.britishmuseum.org

Tower Bridge

Il Tower Bridge è un altro dei simboli di Londra. Quest’opera di ingegneria vittoriana fu terminata nel 1894. Le sue torri con le guglie e la passerella, sostengono il meccanismo che solleva il ponte durante il passaggio di grandi navi e in occasioni speciali. All’epoca, fino al 1976 il dispositivo di sollevamento era azionato da un motore a vapore. Il ponte, quando è sollevato, è alto 40 metri e largo 60, un tempo veniva aperto fino a cinque volte al giorno. Oggi il ponte, aperto al pubblico, accoglie una mostra interattiva The Tower Bridge Exhibition, che illustra la sua storia.

Come arrivarci: Metropolitana Circle line, District line Tower Hill. Autobus 15, 42, 78, 100, RV1.
Orari d’apertura: da aprile a settembre dalle 10:00 alle 18:30. da ottobre a marzo dalle 9:30 alle 18:00.
Biglietto adulti: Euro 10,00
Sito ufficiale: http://www.towerbridge.org.uk

Madame Tussauds

Madame Tussauds inizio la carriera di modellista della cera prendendo delle maschere mortuarie a molte vittime della rivoluzione francese. All’interno del museo possiamo ammirare personaggi della politica, dello sport, e la modellazione è basata ancora su tecniche tradizionali. Le sezioni principali sono il “Blush” dove si può scoprire cosa vuol dire essere a una festa di celebrità; la “Premiere Night”, dedicata ai personaggi sacri dello spettacolo, come Marilyn Monroe e Charlie Chaplin, e il “World Leaders”, con la raccolta di scrittori e artisti. Vi è anche la “Chamber of Horrors”, la sezione più famosa del museo, dove vengono ricreati gli episodi più macabri della storia. La sezione finale è lo “Spirit of London”, che conduce con un taxi il visitatore attraverso gli eventi tipici della città, dall’incendio del 1666 fino alla Londra degli anni ’60.

Come arrivarci: Metropolitana Bakerloo Line, Circle line, Hammersmith & City line, Jubilee line, Metropolitan line Baker street. Autobus 13, 18, 27, 30, 74, 82, 113, 139, 274.
Orari d’apertura: dal lunedi al venerdi dalle 9:30 alle 17:30; sabato e domenica dalle 9:00 alle 18:00.
Biglietto adulti: Euro 38,00
Sito ufficiale: http://www.madametussauds.com

Cose Utili

Mappa della Metropolitana

London Pass – Include:

  • Ingresso gratuito in 55 monumenti e musei principali della città;
  • Guida sui principali luighi di interesse comprese cartine e indicazioni stradali;
  • Sconti e offerte speciali in ristoranti e negozi;
  • Trasporto gratuito opzionale sui mezzi di trasporto;

Per maggiori informazioni cliccate qui

 

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.
Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>