Roma

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Roma è capitale dell’Italia e una delle città più belle del mondo, descriverla in poche righe non è molto semplice. E’ definita come la “città eterna“ed è ricca di storia, di momunenti, di musei, di piazze, di attrazioni e si può respirare la sua storia milleniaria in ogni parte e i turisti vengono da ogni parte del mondo per sentire questa atmosfera.  A Roma possiamo ammirare il suo simbolo, il Colosseo, l’Altare della Patria, i fori imperiali, la Basilica di San Pietro, la Fontana di Trevi, Piazza di Spagna, il Pantheon, Castel Sant’Angelo e chi più ne ha più ne metta. Roma può offrirvi qualsiasi cosa voi cerchiate, è una città che ha molto da offrire, venite a scoprirla con noi.

Da Vedere

Altare della Patria – Vittoriano

Il Vittoriano è uno dei monumenti più belli e significativi di Roma e si trova a Piazza Venezia. La sua storia ebbe inizio nel 1878 quando mori Vittorio Emanuele II, primo re della nuova Italia Unita. Questo magnifico monumento fu dedicato proprio a lui e fu inaugurato il 4 giugno 1911 in occasine del 50° dell’Unità d’Italia. La parte centrale del monumento, dove il 4 novembre 1921 venne creata la tomba del milite ignoto, assunse il nome di “Altare della Patria“. I lavori terminarono nel 1935 e dalla data di inaugurazione furono apportate alcune modifiche: l’Altare della Patria venne completata nel 1921, nel 1925 viene collocata la statua della dea di Roma, tra il 1924 e il 1927 vengono posizionate sui propilei la Quadriga dell’Unità e quella della Libertà. Nel 1987 iniziarono i lavori per il restauro, resero impermeabili le terrazze, vengono rifatti i lucernari, gran parte della pavimentazione e furono ripristinate le due fontane laterali che rappresentano il Tirreno e l’Adriatico.All’interno del Cavallo sono custodite delle foto e la pergamena dove ci sono tutte le firme di coloro che hanno contribuito alla costruzione del Vittoriano. Oggi all’interno del complesso vengono ospitate le mostre di artisti italiani e internazionali. Da non perdere è la vista che si gode dalle terrazze, si può salire sia con le scale che con l’ascensore.

Come arrivarci: Metropolitana Linea B Colosseo. Tram 8 Argentina.
Orari d’apertura: dal lunedi al giovedi dalle 9:30 alle 19:30, venerdi e sabato dalle 9:30 alle 23:30, domenica dalle 9:30 alle 20:30

Colosseo

Il Colosseo è il simbolo di Roma e il monumento più conosciuto d’Italia. Nell’VIII secolo vi era una profezia “Finchè esisterà il Colosseo, esisterà Roma, quando cadrà il Colosseo cadrà anche Roma; quando cadrà Roma, cadrà anche il mondo.” Nel 72 d.C Vespasiano ordinò la costruzione dell’Anfiteatro Flavio, conosciuto oggi come il Colosseo. Fu inaugurato dall’Imperatore Tito, figlio successore di Vespasiano, nell’80 d.C, e per festeggiare l’opera indisse 100 giorni di giochi. Era una grande arena dove i romani potevano assistere al combattimento tra gladiatori e belve feroci. Sotto Domiziano il Colosseo arrivò ad ospitare anche 50.000 persone. L’accesso al Colosseo era gratuita, ma le persone avevano una tessera per accedervi. Le persone erano divise sugli spalti in base alla loro classe sociale e al sesso, le donne sedevano nelle file superiori (tranne le Vergini Vestali che sedevano vicino all’Imperatore), l’Imperatore e i senatori sedevano in prima fila su sedili in marmo, in quelle superiori vi erano i sacerdoti e i magistrati e più in alto i diplomatici stranieri. Da non perdere è la visita all’interno del Colosseo dove potrete ammirare anche i sotterranei e le tribune.

Come arrivarci: Metropolitana Linea B Colosseo.
Orari d’apertura: dall’ultima domenica di ottobre al 15 febbraio dalle 8:30 alle 16:30, dal 16 febbraio al 15 marzo dalle 8:30 alle 17:00, dal 16 marzo all’ultimo sabato di marzo dalle 8:30 alle 17:30, dall’ultima domenica di marzo al 31 agosto dalle 8:30 alle 19:15, dal 1 settemre al 31 settembre dalle 8:30 alle 19:00, dal 1 ottobre all’ultima domenica di ottobre dalle 8:30 alle 18:30. Chiuso il 1 gennaio, 1 maggio e il 25 dicembre
Biglietto adulti: Euro 12,00

Piazza di Spagna

Piazza di Spagna è una delle Piazze più belle e più fotografate di Roma. Al centro della piazza, ai piedi della scalinata di Trinità dei Monti, troviamo la fontana della Barcaccia, una delle fontane più conosciute di Roma. Costruita da Bernini nel 1627 per conto di Papa Urbano VIII presenta degli stemmi: il sole e le api che appartengono alla famiglia del Papa che l’ha commissionata e a Bernini. Sulla piazza vi sono i negozi griffati come quelli di Valentino, Bulgari e Gucci ed è sempre affollata di turisti che per una pausa si siedono sulla scalinata.

Come arrivarci: Metropolitana Linea A Spagna.

Fontana di Trevi

Fontana di Trevi è considerata da molti una delle fontane più belle del mondo. Si trova in Piazza di Trevi e fu progettata da Nicolò Salvi e fu completata nel 1762 da Giuseppe Pannini. In stile barocco e classico la fontana è stata il set cinematografico del film “La dolce vita” di Fellini dove Anita Eckberg si fece il bagno nella famosissima fontana. La fontana riceve ancora oggi le acque dell’acquedotto vergine dai tempi di Augusto che fu restaurato e ripristinato nel 1732 con Papa Clemente XII. Al centro della fontana possiamo ammirare l’imponente figura di Oceano, (opera di Giovan Battista Maini) trainato su un cocchio a forma di conchiglia da cavalli marini. Il tema centrale è l’acqua, e la scogliera che caratterizza la parte inferiore della fontana è opera degli intagliatori Francesco Pincellotti e Giuseppe Poddi. Ai lati della nicchia troviamo le statue della salubrità e dell’abbondanza. La tradizione dice che chi butta una monetina nella fontana tornerà presto nella città eterna.

Come arrivarci: Metropolitana Linea A Barberini-Fontana di trevi.

Piazza Navona

Piazza Navona è una delle Piazze più belle ed eleganti della capitale. Anticamente la Piazza era lo stadio di Domiziano che veniva usato per gare ginniche e molto probabilmente il suo nome ha avuto origine proprio grazie alle competizioni che vi si svolgevano, dal termine latino “in agone”, infatti nel tempo si sarebbe passati al volgare “nagone” e definitivamente a “navona”. Al centro della Piazza possiamo ammirare la bellissima Fontana dei Quattro Fiumi del Bernini realizzata tra il 1648 ed il 1651, e rappresenta i grandi fiumi dei quattro continenti: il Nilo, il Gange, il Danubio e il Rio della Plata. Vi è sono poi la fontana del Nettuno e la Fontana del Moro. Nella Piazza vi è anche la Chiesa di Sant’Agnese in Agone che, progettata inizialmente da G. Rinaldi, fu completata nel 1652 da Borromini con la caratteristica facciata concava, i campanili gemelli e la cupola. Nel giorno dell’Epifania c’è un mercato con la Befana e Babbo Natale e tutti i giorni potete fermarvi nei bar o ristoranti per apprezzare ancora di più questa meravigliosa piazza.

Come arrivarci: Autobus 64.

Basilica di San Pietro

La Basilica di San Pietro in Vaticano è il simbolo del cattolicesimo ed è la Chiesa più grande del mondo: la navata centrale è lunga 187 metri e la cupola è alta 136 metri. Si dice che la Basilica si trovi proprio sul luogo dove San Pietro venne crocifisso, sul circo di Nerone. L’imperatore Costantino nel 324 d.C ordinò di costruire la basilica proprio nel luogo dove fu sepolto San Pietro. La prima basilica aveva 5 navate in stile classico, preceduta da un ampio cortile e da 14 portici. La parete sud crollò intorno al XV secolo e si narra che Papa Niccolò V ordinò 2.500 carri di muratura dal Colosseo ma non ebbe successo. Solamente con Papa Giulio II e il suo architetto Bramante si cominciò a muovere qualcosa. Nel 1547 Michelangelo fu incaricato da Papa Paolo III di edificare una grande cupola che doveva coprire l’area centrale, nella quale era posizionata anche l’altare papale.  Dopo la Morte di Michelangelo nel 1564, il compito fu affidato a Giacomo della Porta che fece qualche modifica come il rialzo della curvatura della calotta. I lavori della Basilica si conclusero quando fu consacrata nel 1626 da Papa Urbano VIII, e solo tra 1656 e il 1667, per volere di Alessandro VII, Bernini realizzò e progetto il grande colonnato di Piazza San Pietro. All’interno possiamo ammirare le grandi opere degli artisti italiani: la pietà di Michelangelo, il Baldacchino del Bernini e il mosaico di Giotto. Da non perdere sono il Museo Storico del Vaticano e la Necropoli Vaticana.

Come arrivarci: Metropolitana Linea A Ottaviano S. Pietro – Musei Vaticani
Orari d’apertura:Basilica dal 1 ottobre al 31 marzo dalle 7:00 alle 18:30, dal 1 aprile al 30 settembre dalle 7:00 alle 19:00. Cupola dal 1 ottobre al 31 marzo dalle 8:00 alle 17:00, dal 1 aprile al 30 settembre dalle 8:00 alle 18:00.
Biglietto adulti: Basilica entrata libera, Cupola Ascensore + 320 gradini Euro 7,00 – a piedi 551 gradini Euro 5,00.

Musei Vaticani

I Musei Vaticani si trovano nella Città del Vaticano e rappresentano una delle ricchezze artistiche più importanti del mondo. Il primo nucleo dei Musei fu la raccolte di sculture formata da Giulio II, ma i Musei e le Gallerie Pontificie hanno origine da Clemente XIV e Pio VI, e la parte allestista da questi due Papi fu chiamata Museo Pio-Clementino. Pio VII ampliò la raccolta di opere d’arte e vi aggiunse il Museo Chiaramonti, Gregorio XVI fondo il Museo Etrusco e il Museo Egizio. Possiamo ammirare le stanze e la loggia di Raffaello: Sala di Costantino, che era destinata ai ricevimenti e alle cerimonie ufficiali; la Stanza di Eliodoro, che era la stanza destinata alle udienze private del pontefice; la Stanza della segnatura che contiene  i più famosi affreschi di Raffaello; e la Stanza dell’incendio di Borgo che fu la stanza utilizzata da Giulio II per le riunioni; la Cappella Sistina, dove possiamo ammirare la storia di Mosè e di Cristo  e i ritratti dei pontefici, qui potete ammirare uno dei più famosi affreschi di Michelangelo, Il giudizio Universale. Da non perdere gli appartamenti Borgia, la Galleria delle Carte Geografiche, la Pinacoteca Vaticana e la iblioteca Vaticana.

Come arrivarci: Metropolitana Linea A Ottaviano S. Pietro – Musei Vaticani, Autobus 49, Tram 19.
Orari d’apertura: dal lunedi al sabato dalle 9:00 alle 18:00. Ultima entrata alle 16:00. Chiuso domenica ad eccezione dell’ultima di ogni mese (ingrasso gratuito 9:00 – 12:30).
Biglietto adulti: Euro 15,00
Sito ufficiale: http://mv.vatican.va/

Pantheon

Il Pantheon è una delle più importanti opere architettoniche del mondo,si trova nella piazza della rotonda e rappresenta una rivoluzione culturale in quanto fu il primo tempio a essere costruito per la gente comune; nei tempi antichi era concesso entrare solamente ai sacerdoti e ai vestali. Nel VII secolo il Pantheon fu trasformato in una chiesa, dedicata a Maria e i Martiri. Nel XVI secolo Papa Urbano VIII decise di togliere tutta la copertura in bronzo del soffitto e una parte fu utilizzata per forgiare i cannoni per la roccaforte papale di Castel Sant’Angelo e un’altra parte fu destinata a Bernini con il quale ci costruì lo splendido baldacchino che si Trova nella Basilica di San Pietro. Appena si entra all’interno si ha la sensazione di essere in uno spazio vuoto, in alto vediamo la cupola di cui la sua altezza è identica al diametro e fu realizzata con una colata di calcestruzzo, visto che i romani non conoscevano ancora il cemento armato.La luce nel pantheon filtra solamente dal buco di 9 metri di diametro chiamato Oculus .Tutt’intorno possiamo vedere, nelle nicchie le 7 divinità collegate ai pianeti: Sole, Luna, Venere, Mercurio, Saturno, Giove e Marte. Qui sono sepolti i Reali d’Italia e alcuni artisti italiani tra cui Raffaello.

Come arrivarci: Metropolitana Linea A Barberini.
Orari d’apertura: Dal lunedi al sabato dalle 8:30 alle 19:30, domenica dalle 9:00 alle 18:00, festivi dalle 9:00 alle 13:00.
Biglietto adulti: Gratis

Cose Utili

Mappa della Metropolitana

Roma Pass – Include:

  • Ingresso gratuito ai primi 2 musei a scelta;
  • Ingresso ridotto ai successivi musei;
  • Accesso gratuito ai mezzi di trasporto su mezzi atac, metropolitana A e B, ferrovie regionali Roma-Lido, Roma Flaminio Piazza del Popolo-Viterbo, e Roma-Giardinetti all’interno del Comune di Roma;
  • Mappa turistica della città,
  • Riduzione per guardia medica turistica multilingue;

Per maggiori informazioni cliccate qui.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.
Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>