Austria

L’Austria è situata nell’Europa centrale ed è priva di sbocchi sul mare essendo racchiusa fra la Germania e la Repubblica Ceca a nord, la Slovacchia e l’Ungheria a est, la Slovenia e l’Italia a sud, la Svizzera e il Liechtenstein a ovest.

Il paese è una Repubblica federale costituita da nove stati federati autonomi che sono: Burgenland, Carinzia, Bassa Austria, Alta Austria, Salisburghese, Stiria, Tirolo, Vorarlberg e Vienna.

Il  territorio austriaco è prevalentemente montuoso, di conseguenza l’Austria è un paese alpino per eccellenza. Solo nella parte orientale vi sono zone pianeggianti, mentre la regione settentrionale al di là del Danubio è collinosa. Le alpi si snodano per 500 Km dal confine svizzero fino al bacino viennese e raggiungono le massime elevazioni nei monti Tauri.

Il Danubio, che attraversa il paese per 350 Km, è un’importante via di comunicazione e di commercio. Vari affluenti arricchiscone le sue acque tra cui l’Inn, il Traun, la Drava e la Moldava.

Feste e tradizioni austriache

Festa di San Martino

La festa di San Martino è l’11 novembre. I bambini austriaci partecipano a una processione di lanterne cantando canzoni su San Martino e sulle loro lanterne tutte rigorosamente create a mano. In cucina la festa è tradizionalmente celebrata mettendo a tavola un’oca.

Avvento

Le 4 settimane prima di natale in tutte le grandi e piccole città austriache si allestiscono i mercatini natalizi, che vendono oggetti tradizionali in legno, ceramica e vetro. Ci sono anche bancarelle che vendono dolci e decorazioni per la casa e l’albero di Natale.tendo a tavola un’oca (Martinigansl), simbolo del santo.

5 e 6 Dicembre

Quando comincia a fare buio avanzano i spaventosi Krampus, esseri spaventosi, vestiti di nero e coperti di peli, hanno con se fruste e catene e vanno in cerca dei bambini cattivi per punirli e portarli via in una gran cesta. Con loro c’è anche il buon Nikolaus che, per come è vestito, ricorda Babbo Natale, e che come lui porta i regali ai bambini che sono stati buoni.

Capodanno

La notte di Capodanno le piazze della città austriache si trasformano in palcoscenici a cielo aperto: musica dal vivo, specialità culinarie e varie manifestazioni incantano il pubblico. Una festa in grande stile che attira ogni anno austriaci e visitatori, che scoprono così tradizioni sconosciute come quella di fondere piccoli pezzetti di piombo per fare previsioni sull’anno nuovo. Chi preferisce le vacanze in montagna può festeggiare Capodanno nella notte limpida con un cenone in baita e una discesa mozzafiato in slittino sulle piste illumintate a giorno. Allo scoccare della mezzanotte uno straordinario spettacolo di fuochi d’artificio segna l’arrivo del nuovo anno.

Pasqua

I bambini in Austria le uova di cioccolata se le devono conquistare. Vengono nascosti dei cestini con uova di cioccolata o sode nel giardino, sugli alberi, nei cespugli o addirittura sotto terra. Un’altra cosa divertente anche per i piu grandi è quella di decorare dei rami con uova dipinte. I rami vengono fissati nella terra dentro i vasi, e le uova, una volta dipinte, vengono appese ad esso con del filo, come una specie di albero pasquale.

1 maggio

Suggestiva la tradizione del Maibaum (albero di maggio), lunga e pesante pertica sormontata da cerchi in legno di pino che viene eretta il 1 maggio e intorno alla quale i festeggiamenti si protraggono per tutta la notte. L’Albero di Maggio viene venerato come simbolo della nuova stagione e delle sue promesse di abbondanza e sarebbe una persistenza degli antichi culti della fertilità, centrali presso le popolazioni agricole.

Settembre

A partire da metà settembre per lo più in Tirolo ma in generale nelle località alpine austriache si svolgono le transumanze. Le mucche, trascorsa l’estate sulle malghe di alta montagna, sono adornate con campanelle, fiori, fiocchi e stemmi e vengono riportate a valle, per passare l’inverno nelle loro stalle. Proprio questo ritorno del bestiame a valle è una componente fissa delle tradizioni contadine e viene quindi festeggiata con una grande festa nei paesi.


 

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.
Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>